Lun. Lug 15th, 2024

Quando il benessere del verde cittadino è un interesse vero, tacere davanti all’ennesimo attacco è assolutamente impossibile. Il neonato circolo di cui sono portavoce Antonio Belvedere e Enza Ventimiglia ha diffuso una nota.

Il circolo “Europa Verde-Bagheria/Santa Flavia” esprime preoccupazione per le sorti del grande giardino residuale alle spalle degli immobili condominiali di via Libertà. I lavori che il Comune di Bagheria ha recentemente appaltato avrebbero lo scopo di «soddisfare il nuovo fabbisogno di posti auto dovuto all’apertura dei cantieri per i lavori di riqualificazione della via Libertà e del Corso Butera». Gli effetti immediati, secondo le intenzioni del Comune sarebbero «il miglioramento dei servizi per i residenti, per gli esercizi commerciali e per i cittadini fruitori del centro storico».

Riteniamo anzitutto che una “destinazione temporanea” dovrebbe fare riferimento ad un assetto definitivo dell’intera area che dovrà scaturire da un nuovo atto formale di pianificazione urbanistica. Nel vecchio e nel nuovo Prg questa area compresa tra i palazzi della via Libertà e il centro storico viene tagliata in due dall’improvvido e sbagliato prolungamento della via Diaz, destinando a verde solo una porzione dell’area, mentre la parte Nord, primariamente destinata a parcheggio, è oggi una «area da ridefinire».

Ora, dando anche per buona l’esigenza “temporanea” di altri posti auto per rimediare ai disagi dei lavori in corso (sull’opportunità dei quali per ora non ci esprimiamo), riteniamo che vada preso prioritariamente un impegno serio per quanto riguarda l’assetto definitivo di tutta l’area attualmente di verde residuo.

Premesso che:

– la legge urbanistica regionale n.19 del 2021 all’art. 1 afferma la necessità della «tutela del suolo e delle sue funzioni, anche al fine di promuovere e tutelare l’ambiente, il paesaggio e l’attività agricola nonché di impedire in via di principio l’ulteriore consumo di suolo»;

– per la quantità di auto già circolanti per le strade di Bagheria non ci saranno mai parcheggi sufficienti e che sacrificare aree verdi a favore delle auto porterà solo all’aumento di auto in circolazione

– le aree a parcheggio vanno individuate ai margini del centro urbano e collegate con mezzi pubblici al centro città e che il PRG individua già un’area a parcheggio a ovest del viale Bagnera, all’altezza della via Libertà;

il Circolo “Europa Verde –Bagheria/Santa Flavia”, chiede che i lavori per il parcheggio temporaneo vengano immediatamente sospesi e che venga prioritariamente avviata la ridefinizione urbanistica di tutta l’area per farne un giardino pubblico con accessi solo pedonali dal centro storico e da via Puglisi. Questo vuol dire andare verso un’idea di rigenerazione urbana di qualità, basata su scelte non contingenti, ma di ampio respiro, volta a costruire un futuro migliore per la nostra città.

Resta sempre aggiornato con noi.
Scegli tu come:

https://whatsapp.com/channel/0029VaG4bJT89inrTrPmgE3P

https://t.me/linchiestadibagheria

Di Ignazio Soresi

Classe 1969. Si forma dai gesuiti a Palermo. Studia Economia e Commercio, Scienze Politiche, Scienze Biologiche ed in età matura, Beni Culturali ad indirizzo Storico/archeologico. Opera in ambito turistico. Ha collaborato con diverse testate.