Sab. Lug 13th, 2024

Un gruppo di amici del cinema a Bagheria sta realizzando con la collaborazione di Giuseppe Gallina una rassegna cinematografica che presenti film di qualità. Ce ne parla il professore Mimmo Aiello.

Dalla chiusura del cineclub ACGS ( amici del cinema su grande schermo ), non si sono svolte rassegne stabili di film d’autore eccetto alcune belle iniziative svoltesi a villa Cattolica e curate dall’Associazione Dogma, diretta da Michelangelo Aiello.
Con la pandemia tutto è diventato più difficile e ancora oggi il calo degli spettatori di cinema in Italia è preoccupante sia per il rischio di ulteriori perdite di posti di lavoro e sia per la rarefazione delle attività culturali in presenza. A Bagheria gli appassionati di cinema sono stati sempre attivi. Sin dagli anni ‘50 la nostra città ha avuto cineclub, oltre alle molte sale cinematografiche: il cineclub al cinema Corso, il cineclub Sicilia al cinema Capitol (negli anni ’60) frequentato anche da intellettuali come Sciascia e negli anni ’70 il circolo di cultura l’Incontro diretto da Giuseppe Tornatore e da un gruppo di giovani tra i quali Mimmo Aiello, Biagio Napoli, Paolo Di Salvo e Lillo Rizzo e molti altri.

Ancora, negli anni 80/90, il gruppo di Immagine Futura guidato da Giovanni Puleo, Maurizio Padovano e da un affiatato gruppo di giovani con una grande presenza di donne e ragazze. Immagine Futura svolgeva le rassegne al cinema Excelsior poi contemporaneamente si affiancò l’associazione ACGS guidata dall’architetto Buttitta (recentemente scomparso e che ricordiamo tutti con affetto) e dai proff. La Mantia e Castronovo, con l’importante collaborazione del compianto prof. Natale Tedesco.
L’ Acgs è stata anche la più longeva in quanto ha cessato di presentare le rassegne solo qualche anno fa.
Per la prima volta gli amici del cinema non hanno avuto più il momento di incontro sociale consueto durante le rassegne dei cineclub. La città si impoverisce senza il dibattito culturale e recentemente la costante presentazione di libri da parte delle associazioni e dal Comune ha riportato importanti risultati di pubblico e di attenzione.
“La programmazione del cinema Capitol e dell’Excelsior – ci dice il prof. Aiello – pur garantendo la visione di film di successo e di genere, ha dato abbastanza spazio anche ai film di qualità sia italiani che stranieri, ma si sentiva la mancanza di un momento di incontro e di riflessione al cinema come nel cineclub e quindi insieme a Giuseppe Gallina abbiamo pensato ad una serie di rassegne che possano affiancarsi alla normale programmazione in modo che con una tessera si possa anche spendere di meno per andare al cinema e magari poter programmare film che talora neanche Palermo propone.”

“Lo spirito che ci anima è la passione per il buon cinema ma non solo – continua Aiello -riteniamo che partecipare ad una rassegna che presenta film che possano essere anche proposti dagli spettatori sia un modo per comunicare e crescere culturalmente.”
In questo momento la lista delle pellicole da proiettare è stata concordata da Mimmo Aiello e da Giuseppe Gallina ma in futuro, se la città risponderà all’iniziativa, si pensa di aprire alle proposte degli appassionati valutando i titoli da inserire.
“Viviamo tempi difficile e l’arte ci aiuta molto a capire cosa ci sta succedendo per questo non si può rinunciare al cineclub – conclude il professore.”

Il costo della rassegna di 5 film sarà di 20 euro. I film saranno proiettati di Martedì, e sono previsti due spettacoli, uno pomeridiano alle 18:00, l’altro serale alle 20:30.
Si inizia martedì dopo Pasquetta.

Resta sempre aggiornato:

Di Ignazio Soresi

Classe 1969. Si forma dai gesuiti a Palermo. Studia Economia e Commercio, Scienze Politiche, Scienze Biologiche ed in età matura, Beni Culturali ad indirizzo Storico/archeologico. Opera in ambito turistico. Ha collaborato con diverse testate.