Sab. Lug 13th, 2024

Pubblicata ieri la graduatoria definitiva coi progetti finanziati dalla linea 1.1 A Missione 2 della più ampia Componente 1. Troppo basso il punteggio della città delle ville.

Mille mila milioni meno… quelli che sarebbero serviti. Ogni qualvolta il Comune di Bagheria ha dovuto mettere in campo una sua progettualità in competizione con altre realtà, sul tema di rifiuti, è andato incontro alla sua Caporetto, sin dai tempi del mancato finanziamento per il CCR all’ex mattatoio.

La linea di finanziamento del PNRR, stanziava complessivamente 1,5 miliardi di euro per l’ammodernamento infrastrutturale, impiantistico e della gestione dei rifiuti in Italia. Non è dato sapere a quanto ammontava la richiesta ne la natura del progetto, presentato r’ammucciuni (di nascosto n.d.r.), come moltissime cose di questa amministrazione, probabilmente proprio per evitare la pubblicità di una eventuale bocciatura.
Come evidenziato dalla graduatoria (che potete leggere al seguite link https://www.mase.gov.it/sites/default/files/styles/media_home_559/public/archivio/allegati/PNRR/Decreto%20Dipartimentale%20n.%20128%2030-03-2023%20M2C1I1.1A_Graduatoria%20definitiva.pdf ) è stato dichiarato ammissibile ma non ha raggiunto il punteggio necessario per essere finanziato.

La viceministra Vannia Gava ieri alla presentazione della graduatoria sottolineava l’importanza di questa linea del finanziamento:

“Con la pubblicazione della graduatoria definitiva, finalizziamo una misura importante del PNRR per il miglioramento e la meccanizzazione della rete di raccolta differenziata, superando gli squilibri territoriali e aiutando i Comuni in termini di efficienza, operatività e tutela ambientale”.

Per Bagheria, che presenta la raccolta dei rifiuti come uno dei pochissimi fiori all’occhiello di questa amministrazione, è l’ulteriore prova che sulla progettualità che richiede confronti con le visoni più strutturate di alti Enti locali, non c’è storia.
Shhhhhh… Ovviamente non si deve sapere.

#bravofilippocomplimenti #bagherianonecomunepertutti


Apri gli occhi insieme a noi. Rimani sempre aggiornato:

Di Ignazio Soresi

Classe 1969. Si forma dai gesuiti a Palermo. Studia Economia e Commercio, Scienze Politiche, Scienze Biologiche ed in età matura, Beni Culturali ad indirizzo Storico/archeologico. Opera in ambito turistico. Ha collaborato con diverse testate.