Lun. Lug 22nd, 2024

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta al sindaco del futuro, ma anche del presente e forse, per quanto tardivo, anche del passato. Certamente un messaggio un po’ criptico e che pubblichiamo nella sua originalità. Da questo momento però la politica passerà da queste pagine virtuali solo in altre forme. Non ne abbia a male nessuno.

Sono un ex consigliere comunale di Bagheria, con 2 legislature in consiglio comunale. Carissimi amici, fra meno di 10 Mesi, i cittadini di Bagheria saranno chiamati alle urne per eleggere sindaco e consiglieri. Nelle ultime settimane si sentono vociferare diversi nomi come papabili candidati a sindaco. Fin qua niente di strano, perché ritengo che in un paese democratico chiunque deve avere la possibilità di presentare una proposta politica ed eventualmente avanzare la propria candidatura. Ma la cosa che mi ha fatto riflettere, se la devo dire tutta, e che mi ha provocato disgusto, sono quelle persone che tendono a posizionarsi come candidati al consiglio andando in cerca del candidato che può essere secondo le proprie logiche il candidato sindaco vincente, cioè colui che può avere più liste. È come se la politica fosse una somma ALGEBRICA, cioè 2+2 fa 4 quindi avendo più liste si vince facile. Ricordo a qualche scienziato della politica, che esiste il famoso voto disgiunto, esiste che il cittadino bagherese deve essere libero da logiche prevaricatorie e da minacce per potere votare secondo coscienza. Il candidato sindaco che meglio possa interpretare le esigenze del popolo bagherese nella libertà della nostra democrazia, come ho ribadito, chiunque può candidarsi, ma deve fare valere il principio della non imposizione. Libertà significa confronto, libertà significa affidare ai bagheresi da chi meglio si sentono rappresentanti, libertà significa farsi guidare da chi le cose ha il coraggio di farle, libertà è guardare lontano, libertà è poter vedere un candidato sindaco forte, autorevole, intraprendente. Questo è il sindaco che sogno per la mia Bagheria, questo è il sindaco che i bagheresi meritano. Allora dico a chiunque intende farsi avanti a candidarsi, si faccia scegliere dal popolo, e non dalle segreterie politiche. Solo così potrà essere un uomo libero.
Vi abbraccio.
Ex consigliere A. P.

Resta sempre aggiornato con noi:

https://t.me/linchiestadibagheria

Di Ignazio Soresi

Classe 1969. Si forma dai gesuiti a Palermo. Studia Economia e Commercio, Scienze Politiche, Scienze Biologiche ed in età matura, Beni Culturali ad indirizzo Storico/archeologico. Opera in ambito turistico. Ha collaborato con diverse testate.